Niho mano - Occhio di Buddha - Occhio di Horus - Ohm - Oni - Pantera - Pipistrello - Ratto - Rondine - Rosa - Rosa rossa - Rosa bianca - Rosa gialla - Rosa rosa - Rosa pesca - Rosa canina - Rosa dei venti - Rosa del borneo

Per conoscere il significato del tatuaggio, scegliere di seguito il nome del soggetto e cliccarci sopra. Procedere cliccando sulle lettere per visualizzare i significati dei tatuaggi presenti nelle pagine seguenti. Buona navigazione !

Niho Mano – Denti di Squalo.  Niho Mano è un simbolo hawaiano che si presenta generalmente come due linee di triangoli una opposta all'altra (o riuniti a piramide).  Tradizionalmente è portato come bracciale dai maschi, ed il disegno vuole riprodurre la dentatura dello squalo. 

Occhio di Buddha.  Allontanare il Male, Forza Spirituale. Riportato spesso sugli Stupa (costruzioni di carattere religioso) il simbolo rappresenta gli occhi di Buddha che tutto vedono, ed è simbolo di protezione dal male. Il punto tra i due occhi rappresenta il terzo occhio, simbolo di saggezza, forte presenza e prontezza spirituale. Lo strano grafo presente in corrispondenza del naso è il numero uno scritto in sanscrito, a simboleggiare l'unità di tutte le cose e l'unica Via per arrivare all'Illuminazione, la Via del Buddha. 

Occhio di Horus. Protezione, Regalità, Colui che tutto vede. Nell’antico Egitto l’Occhio di Horus (che tutto vede) era simbolo potentissimo di regalità e di protezione, chiamato anche UTCHAT ossia ”Occhio della Perfezione” (Horus era il Dio della Preveggenza dalla testa di falco, figlio di Iside e Osiride, ed il suo occhio, perso in battaglia contro Seth, era stato risanato e potenziato da Toth, che vi aveva instillato anche poteri magici ). Il simbolo fu trovato sotto il dodicesimo strato di bende sulla mummia di Tutankhamun, si pensava infatti che questo amuleto fosse di grande aiuto nella rinascita a nuova vita dopo la morte. Ma si trovava anche all’ingresso delle abitazioni e sui sarcofagi, per contrastare il male e proteggere. In base alle antiche tecniche di misurazioni egiziane, il disegno dell’occhio è composto da differenti frazioni ognuna con un suo significato: - ½ rappresenta l’odore ( forma di naso al lato dell'occhio) - ¼ rappresenta la vista e la luce (pupilla) - 1/8 rappresenta il pensiero (sopracciglio) - 1/16 rappresenta l’udito (freccia sul lato dell’occhio che punta verso l’orecchio) - 1/32 rappresenta il gusto, il germogliare del frumento (coda curva) - 1/64 rappresenta il tatto (piede che tocca terra) 

Ohm – Aum.  L'Assoluto, l'Uno.  Ohm (AUM, il suono della luce) è un simbolo sacro dell'Induismo e del Buddismo, ed è carico di significati esoterici. E' una parola in sanscrito, pronunciata all'inizio e alla fine della lettura dei Veda (antiche Scritture Sacre dell'Induismo), rappresenta il divino e la potenza di Dio...è il simbolo-suono della realtà ultima. E' l'Uno, l'Assoluto. E' la parola che venne emessa da Dio nell'atto della creazione del mondo. Immortale e inesauribile, è quindi espressione simbolica dello spirito creativo, il Verbo. Le sue tre lettere rappresentano i tre stati dell'uomo (veglia, sogno e sonno profondo), i tre stati del giorno (mattino, pomeriggio, sera), le tre facoltà ( azione, cognizione, volontà ). L'Ohm viene pronunciato durante le sedute di meditazione, per entrare in sintonia con la vibrazione dell'universo e diventare unica cosa con l'universo stesso. AUM:  A - simboleggia la Creazione  U - simboleggia la Conservazione  M - simboleggia la Dissoluzione 

Oni. Il Demone. Con ONI si identifica una delle creature spettrali più famose dell'immaginario nipponico, un demone (simile ai nostri orchi) violento ed aggressivo, spesso munito di corna, il cui aspetto può variare a seconda della raffigurazione che comunque rimane sempre molto vicina a quella di una maschera. Il colore della pelle può essere rosa, rossa, blue. Talvolta, nelle leggende, il demone si converte al buddismo e diventa un'entità benevola. Nelle prime leggende gli oni erano creature benevole ritenute capaci di tenere alla larga spiriti maligni malvagi e malevoli e di punire i malfattori. Durante l'era Heian il Buddhismo giapponese, che aveva già importato una parte della demonologia indiana (rappresentata da figure come i kuhanda, gaki e altri) incorporò queste credenze chiamando queste creature aka-oni ("oni rosso") e ao-oni ("oni blu") e facendone i guardiani dell'inferno o torturatori delle anime dannate. Alcune di queste creature erano riconosciute come incarnazioni di spiriti shinto. Con il passare del tempo la forte associazione degli oni con il male contagiò il modo in cui venivano percepite queste creature e vennero ad essere considerate come portatori o agenti delle calamità. I racconti popolari e teatrali iniziarono a descriverli come bruti stupidi e sadici, felici di distruggere. Si disse che gli stranieri ed i barbari fossero oni. Oggigiorno sono variamente descritti come spiriti dei morti, della terra, degli antenati, della vendetta, della pestilenza o della carestia. Non importa quale sia la loro essenza, gli oni odierni sono qualcosa da evitare e da tenere a bada. 

Pantera. Coraggio, resistenza, combattività La pantera è un membro delle famiglie del puma e del leopardo ed è un animale predatore che vive nel Medio Oriente e in alcune zone dell'Africa del nord. E' un animale noto per la sua grande, selvaggia agilità ed in Cina è considerata uno degli animali più pericolosi. Per le sue caratteristiche naturali, questo animale viene associato al coraggio, alla resistenza e ad una straordinaria abilità nel combattimento. Il disegno più famoso della pantera, nel mondo del tattoo, è quello qui riportato, proveniente, curioso a dirsi, da un libro per bambini illustrato nel 1934 dall'artista Amund Dietzel di Milwakee. 

Pipistrello.  Oscurità, Morte, Felicità, Fortuna. Tra gli animali rappresentati nei tattoo il pipistrello è probabilmente quello che incute maggior timore ed il più sinistro. Nella cultura europea le leggende inquadrano il pipistrello come animale sporco, simbolo dell'oscurità e della morte. Storie su demoni e vampiri che ne assumono le sembianze non fanno che rinforzare questa idea di negatività. In effetti i pipistrelli escono di notte ed evitano la luce del sole, ma di 900 specie di pipistrelli esistenti solo 3 succhiano il sangue, sangue di mucca dalla quale possono trarre nutrimento anche per 20 o 30 minuti, grazie allo speciale liquido anticoagulante che questi animali notturni secernono. Tutte le altre specie si nutrono di frutta ed insetti.... I demoni delle antiche raffigurazioni cristiane hanno ali di pipistrello, in opposizione alle ali di uccello degli angeli. Oltre a questo si aggiunga il fatto che le donne dovevano portare i capelli coperti in chiesa, a causa della credenza che i pipistrelli (e i demoni quindi) fossero attratti dai capelli delle donne. Fortunatamente non sempre il pipistrello è visto come un mostro. In Cina ad esempio è simbolo di felicità e buona fortuna...un'immagine con 5 pipistrelli rappresenta 5 tipi di felicità: pace, ricchezza, amore o virtù, lunga vita, morte felice. Nella mitologia dei nativi americani ci sono interpretazioni contrastanti. Il pipistrello è visto sia come simbolo di morte (per la sua natura notturna) sia come simbolo di rinascita (perché dorme a testa in giù come il bambino prima della nascita). Questa creatura rappresenta il bisogno di morire di una morte rituale prima di evolvere in un nuovo essere, ed era spesso un animale chiave nelle iniziazioni degli sciamani. Da ultimo, citiamo il noto pipistrello di BatMan, ormai un vero e proprio marchio a se stante. 

Ratto.  Porta fortuna e benessere. Il ratto ed anche i comuni topi sono stati sempre molto presenti nella vita popolare nipponica, nonostante la sua grande propensione a provocare danni. Ad esempio quando ai bambini, cadono i denti gli si augura che crescano forti come quelli dei ratti. Con il passare del tempo il ratto è entrato a far parte dell'immaginario collettivo, come messaggero di Daikokuten, uno dei sette Dei della fortuna, che accorda e salvaguardia il benessere. Molto probabilmente questo è dovuto dal fatto che il ratto si trovava spesso nelle case e nei granai dove vi era una buona quantità di cibo, infatti il topo sia nelle stampe che nei tatuaggi tradizionali giapponesi viene rappresentato con monete d'oro e di argento oppure vicino a sacchi di riso che a sua volta fanno da sedie a Daikokuten. Tra gli Ainu, le popolazioni autoctone del Giappone settentrionale, si narra che il topo venne creato da Dio per dare una punizione al demonio, dopo un alterco avuto con lui. Dio mettendo la mano dietro la schiena diede vita ad un topo, che subito azzannò la lingua del diavolo strappandogliela di netto; il principe delle tenebre infuriato fece accrescere talmente tanto il numero dei ratti che, pur di contrastare questo flagello, Dio fu costretto a forgiare il gatto. È per questo che i topi venerati non danno alcun fastidio all’uomo, quelli ignorati sono in grado di provocare il caos e danneggiare qualsiasi cosa. La furbizia del topo è raccontata in una delle fiabe più conosciute della cultura nipponica, l’origine dei dodici segni dello zodiaco, che trattando la genesi dei simboli dell’oroscopo cinese. La versione giapponese e quella cinese sono molto simili; si narra di una competizione istituita dal kami per decidere il capo degli animali, nella quale il topolino riesce, riconoscendo le proprie debolezze e sfruttando i punti di forza altrui, ad arrivare primo gabbando quello che da allora diventerà il suo più acerrimo nemico: il gatto. 

Rondine. Tradizionalmente la rondine veniva tatuata dai marinari dei primi del 900, dopo aver percorso 5000 miglia. Veniva tatuata sul petto vicino alla spalla.Il tatuaggio della rondine è anche il simbolo della libertà infatti di solito erano i carcerati tatuarsela sulle mani. Ma oggi piace a molte persone ed è diventata una moda di conseguenza i significati di questo tatuaggio si sono ampliati. Significato Tatuaggio Rondine Il tatuaggio rondine simboleggia la voglia di viaggiare, emigrare, libertà,purezza, acutezza intellettuale. 

rosa

Rosa. Bellezza, Primavera, Amore, Fertilità. Nella cultura greco-romana, la Rosa rappresenta la Bellezza, la Primavera, l'Amore. Nell'iconografia Cristiana la rosa è il simbolo dei martiri e, come regina dei fiori, è anche uno dei simboli privilegiati per indicare la Vergine Maria. Il simbolo Mariano della rosa è ben illustrato da Dante nella sua descrizione del Paradiso, quando Beatrice lo invita a contemplare la Bellezza di Maria, Madre di Dio: «Perché la faccia mia sì t'innamora, che tu non ti rivolgi al bel giardino che sotto i raggi di Cristo s'infiora? Quivi è la rosa in che 'l verbo divino carne si fece; quivi son li gigli al cui odor si prese il buon cammino». (Paradiso, 23, 71-75) Nel Medio Evo, al tempo dell'Amore Cortese, la rosa diventa simbolo della Donna Amata. Nel Rinascimento continua ad essere associata all'Amore e agli Amanti, ma allo stesso tempo il significato mariano viene rinforzato e reso popolare con la devozione al rosario, la preghiera formata da 150 "Ave Maria". Il termine deriva dal latino "rosarium", nome dato alle opere che raccoglievano le punte di diamante degli insegnamenti. Ogni rosario recitato è una rosa offerta alla Madonna. La Rosa è anche simbolo della Bellezza e della Caducità della Vita. "La vita è coma una rosa. La sua bellezza sfuma rapidamente... 

ROSA ROSSA. Simboleggia l'Amore Eterno, il Rispetto, il Coraggio e la Passione.  E' anche simbolo di Rinascita, legata al sangue versato da Cristo per Redimere l'umanità. 

ROSA BIANCA.  Innocenza, Purezza, Reverenza, Umiltà e Silenzio.  Detta anche Rosa Mistica, è legata alla Madonna, alla Verginità, all'Amore Puro svincolato dalle passioni terrene.  Se sta appassendo, diventa però simbolo di Morte. 

ROSA GIALLA.  Amicizia, ma anche Gelosia, Altezzosità. 

ROSA ROSA.  Amicizia e Matrimonio. Ammirazione, Gentilezza, Dolcezza, Serenità.  Può essere anche simbolo di Amore, nel senso più romantico del termine. 

ROSA COLOR PESCA.  Gratitudine e Apprezzamento.  In un contesto romantico: Desiderio ed Eccitazione. 

ROSA CANINA.  Piacere e Dolore.  Piacere nel guardarla e nel profumo, dolore quando si Tenta di afferrarla.  Anche: Modestia, Tranquillità. 

Rosa dei Venti.  SIGNIFICATO TATUAGGIO ROSA DEI VENTI.  La Rosa dei Venti tattoo simboleggia il centro di noi stessi e di tutte le altre cose. Contiene in potenzialita’ tutto cio’ che si esprime in periferia cosi’ come il seme contiene l’intera pianta, ovvero rappresenta:Il 4° Chakra o Chakra del cuore, in equilibrio tra la parte superiore e inferiore del corpo ,parte anteriore e posteriore, mente e corpo, destra e sinistra, interno (esigenze interiori) e esterno (esigenze del mondo), trascendenza spirituale ed Ego,conscio e inconscio astratto e concreto, avere e dare, amare e essere amati.Sovrapposizione e quindi unione tra la Croce Divina e la Croce di Sant’andrea.Simbolo ispirato all’ottonario (8 mumero sacro nella tradizione templare). L’Ottoade, o Ottonario, è l’entità numerica e simbolica rappresentata dal numero 8 e riassume l’equilibrio costruttivo delle forme, dei temperamenti e delle energie cosmiche. 

Rosetta del Borneo.  Valore, Forza, Coraggio.  Questo tatuaggio gode di grande popolarità nel Borneo, a sudest delle Filippine, dove ancora l'arte del Tattoo è praticata secondo tradizioni millenarie.La piccola rosa del borneo viene tatuata sugli uomini (in genere davanti o dietro la zona delle spalle) degni di importanti riconoscimenti (per grandi imprese compiute nella caccia o in guerra). Presso alcune tribù del Borneo Settentrionale, il tatuaggio di una stella sulla spalla o sul petto indica che il guerriero vanta la conquista di teste nemiche...se queste sono almeno tre si ha diritto alla stella tatuata sulla gola...altissimo riconoscimento.